10 Ottobre

Il Potere del Respiro Consapevole: Come Migliorare il Tuo Benessere Attraverso la Respirazione

La nostra vita comincia con un respiro e si conclude con una lunga espirazione, tra l’uno e l’altra ci sono milioni di respiri che posso influenzare la nostra esistenza.

La respirazione è l’azione più naturale che ci sia e crescendo lo consideriamo come un atto spontaneo che ci permette di vivere. Eppure siamo sicuri che respirare sia una cosa così semplice? 

Respirare bene può fare la differenza!

Respirare è molto più che un riflesso involontario, è una funzione che possiamo controllare, allenare fino a renderla una preziosa alleata per il nostro benessere, per la nostra salute e farci vivere meglio.

Il muscolo principale della respirazione è il diaframma.

Cos’è il diaframma e come funziona? 

Il diaframma è un muscolo a forma di cupola che separa il torace dall’addome e svolge un ruolo chiave nella respirazione. Durante l’inspirazione esso si contrae, si abbassa e si espande, permettendo ai polmoni di riempirsi d’aria. Quando  si rilassa, (espirazione) il diaframma si solleva e spinge l’aria fuori dai polmoni.  Mentre esegue i suoi movimenti massaggia anche tutti gli organi interni che trova sotto di sé stimolandone la loro funzione: stomaco, intestino tenue e crasso, fegato, ecc e anche gli organi che stanno sopra di esso : cuore, timo, esofago,ecc. 

Quali sono i benefici della  Respirazione Consapevole

Il respiro consapevole è una pratica che implica attenzione e concentrazione. Praticarlo regolarmente può ridurre lo stress e l’ansia, migliorare la concentrazione e la memoria, aumentare l’energia e la vitalità, migliorare la qualità del sonno e persino aiutare a perdere peso.

Inoltre il respiro consapevole può contribuire a ridurre la pressione arteriosa e migliorare la circolazione sanguigna, aumentando l’ossigenazione dei tessuti riducendo il rischio di malattie cardiovascolari.

Un altro dei benefici  è l’attivazione del nervo Vago che è il nervo più lungo del corpo umano e controlla il sistema nervoso parasimpatico, il quale è responsabile del riposo e della digestione. L’attivazione del nervo vago può aiutare a ridurre l’infiammazione, migliorare la salute del cuore e del cervello e ridurre lo stress e l’ansia.

Il respiro condiziona in modo concreto il funzionamento del nostro sistema nervoso: un respiro veloce stimola la produzione di noradrenalina, un ormone che attiva il sistema nervoso simpatico il quale ha il compito di farci reagire davanti a situazioni emotive di pressione o pericolo (attacco o fuga). Crea un effetto stressogeno che ci porta a essere reattivi e pronti all’azione.  Al contrario un respiro lento stimola il sistema nervoso parasimpatico che promuove attività come il sonno, la digestione, dona calma e serenità favorendo il rilassamento, il riposo. 

Questo ci porta a riflettere: se viviamo costantemente in uno stato di allerta, di tensione, di stress potremmo avere effetti negativi sul nostro corpo e sulla nostra mente. La continua produzione di ormoni legati allo stress, come anche il cortisolo, nel tempo crea infiammazione nel corpo rischiando di andare a colpire gli organi più deboli, anche se un certo grado di tensione è importante per darci la giusta energia per affrontare le sfide quotidiane.

In sintesi, il respiro consapevole è una pratica che può avere numerosi benefici sulla salute e sul benessere mentale. Incorporare questa tecnica nella propria routine quotidiana può aiutare a ridurre lo stress e l’ansia. Se imparassimo volontariamente a controllare e modulare il respiro con dei semplici esercizi quotidiani, avremmo la possibilità di far funzionare in modo equilibrato i due sistemi di controllo.

laura-margutti-team-zoe-olistic

Autore

Laura Margutti
Operatrice in Metodologie e Tecniche Ayurvediche