10 Ottobre

Perdere Peso con la Mente: Come Migliorare la Tua Relazione tra Cibo e Psiche

Generalmente, le persone che si mettono a dieta pensano che, per perdere peso, sia sufficiente apportare delle limitazioni sull’apporto calorico. Questa idea si rivela spesso sbagliata, perché non tiene in considerazione la nostra psiche.

Il cibo e la mente, infatti, sono strettamente legati tra loro, quindi se mancano la serenità e l’equilibrio interiore, a farne le spese è spesso anche la linea! Ecco perché “Sono a dieta ma non dimagrisco“!

La verità è che spesso noi scegliamo la qualità e la quantità di cibo in funzione del nostro stato d’animo. Proprio così!

Vi è mai capitato alla fine di una brutta giornata, di avere voglia di mangiare le classiche “schifezze”?

Questo accade perché noi associamo al cibo un valore di carattere affettivo. Così facendo, capita quindi che sul cibo scarichiamo le nostre paure, i nostri conflitti e le nostre frustrazioni, generando degli schemi comportamentali nei quali è facile ricadere. 

Se vogliamo raggiungere il nostro peso forma e avere la tranquillità di mantenerlo, dobbiamo necessariamente lavorare anche sulla nostra psiche. Dobbiamo fare in modo di avere la mente come nostra prima alleata. Come stabilire un corretto legame tra cibo e mente?

Prima di tutto impariamo ad ascoltarci. Ognuno di noi ha un dialogo interno, altrimenti detto “ognuno di noi parla con sé stesso”. Questo è un processo talmente insito nella nostra natura che spesso non ce ne rendiamo neanche conto.

Recuperiamo allora la capacità di capire cosa ci stiamo dicendo. Quando abbiamo individuato cosa ci diciamo, facciamo attenzione al come ce lo diciamo.

La nostra psiche rappresenta una delle nostre guide. Un trucco molto efficace è quello di eliminare tutte le frasi negative come “Non ce la farò mai“, “Non sono in grado“, e così via. Impariamo a sostituire queste affermazioni con altre ben più potenzianti. Per esempio sostituiamo il “Non ce la farò mai” con “Con impegno e dedizione posso farcela”.

Un altro accorgimento è quello di sostituire i “devo” con i “voglio“ e arricchire il pensiero con il motivo per cui dovrei volere quella cosa. Per esempio, invece di dirmi “DEVO fare la dieta“, mi dirò “VOGLIO fare la dieta per sentirmi meglio“. È importante credere fermamente nella nuova affermazione.

Possiamo anche elaborare delle strategie per poter vedere (nel vero senso della parola) frequentemente le frasi potenzianti che abbiamo scelto, per esempio scrivendole su un foglio da attaccare al frigorifero. Tutte le volte che lo apriremo ripenseremo al nostro obiettivo.

Oltre a questo, possiamo decidere di aiutarci con delle immagini: per esempio attaccando in un punto ben visibile della nostra casa una fotografia che ci ritrae nella forma fisica desiderata.

Non troviamo la foto che ci piace? Prendiamo un’immagine, magari scherzosa, che ci rimandi al motivo per cui vogliamo perdere peso. 

E mi raccomando: il vostro mangiare meglio, mangiare sano e mangiare di meno, non deve essere triste o avvilente! Cercate invece di cucinarvi o di fare spuntini anche con dei piccoli accorgimenti che “coccolino” un po’ anche la vostra testa e il vostro spirito. 

Usate le spezie, usate il peperoncino e non dimenticatevi che 30 grammi di cioccolato fondente (con almeno il 70% di cacao) non hanno mai fatto ingrassare nessuno… anzi!

Barbare Garbagnati

Autore

Dott.ssa Barbara Garbagnati
Consulente Alimentare